EXPORT ALIMENTARE IN AMERICA

Informazioni di massima sul mercato USA, che comprende anche il commercio via Internet, fornite dal Responsabile dell'Ufficio ICE - Agroalimentare di New York, Romano Bertozzi.

E' vietata la vendita di bevande alcoliche attraverso web, a meno che i prodotti non siano gia' presenti negli USA. In tal caso, la vendita viene fatta dall'importatore/distributore americano.

I prodotti conservati necessitano di una registrazione particolare presso la FDA (low-acid canned products). Trattasi di una procedura molto specifica, che comporta tempi lunghi nonche' il coinvolgimento di un tecnico.

I tartufi freschi possono essere esportati solo ad un importatore in possesso di una licenza speciale.

E' vietata l'esportazione dall'Italia di prodotti carnei. Eccezione fanno alcuni prosciutti, mortadella, porchetta e speck, prodotti in stabilimenti ispezionati ed autorizzati dall'USDA (US Department of Agriculture).

I formaggi di latte vaccino possono essere importati negli USA solo da importatori in possesso di licenze storiche ed entro la quota stabilita dall'International Trade Commission a seguito degli Accordi GATT. Fuori quota, i dazi doganali USA sono molto elevati.

Tutti i prodotti alimentari e bevande seguono la normativa USA per l'etichettatura generale e nutrizionale, ed i requisiti delle leggi sulla registrazione FDA contro il bioterrorismo, sugli allergeni e sui grassi trans.
Condividi su Google Plus

Chi è Patrizio Pinnaro'

E' un libero professionista certificato dalla Google Web Academy come Online Professionals. Le esperienze maturate sul campo gli hanno consentito di elaborare diversi progetti strategici per superare le criticità che inibiscono un maggiore sviluppo delle aziende e dei territori.