IL PROGETTO WIA.SOCIAL

Il progetto wia.social nasce con l'obiettivo di riuscire a sfruttare le tecnologie disponibili per creare nuove opportunità.

Infatti, nonostante siano passati oltre 20 anni dall'avvento di internet, la maggior parte delle attività continuano ad essere effettuate principalmente con modalità tradizionali.

Tuttavia, con l'evolversi degli strumenti anche l'analfabetismo si è evoluto, diventando oggi "telematico", con l'aggravante che nel passato si era nella condizione di affrontarlo, mentre oggi i primi ad essere coinvolti sono proprio i soggetti che dovrebbero preparare le nuove leve.

Risultato, spetta al singolo ed alle comunità locali affrontare questo problema, poichè se da un lato questa criticità consente ai migliori di primeggiare con relativa maggiore facilità, dall'altro, invece, assistiamo ad un ulteriore difficoltà delle masse a sfruttare le moltissime opportunità offerte da internet.

In questo contesto nasce wia.social, quale strumento a disposizione di tutti i soggetti, che possono attivare e/o partecipare ai programmi innovativi avviati, integrando le migliori tecnologie disponibili nelle attività tradizionali, al fine di contribuire significativamente allo sviluppo locale, piuttosto che crearsi un'occupazione.

L'acronimo wia sono le iniziali di World Italian Associated, l'estensione social è stata ritenuta quella più indicata per trasferire un altro messaggio, ovvero di riuscire a fare rete tramite i social, mettendo in comunicazione fra loro l'offerta e la domanda.

In questa fase di sviluppo abbiamo avviato, con l'Associazione Nazionale dei Comuni della Basilicata, Anci Basilicata un primo censimento social degli emigranti, molte le criticità emerse, ad iniziare dalla difficoltà di far comprendere l'importanza di innovare, anche se sono già diverse le Federazioni, Associazioni e singoli che hanno aderito.
Condividi su Google Plus

Chi è Patrizio Pinnaro'

E' un libero professionista certificato dalla Google Web Academy come Online Professionals. Le esperienze maturate sul campo gli hanno consentito di elaborare diversi progetti strategici per superare le criticità che inibiscono un maggiore sviluppo delle aziende e dei territori.